Indicazioni terapeutiche

Aprile-2014--2--png_r9r77r06Il trattamento osteopatico:

  • E’ esclusivamente manuale e olistico, rispetta l’anatomia, la fisiologia, l’età e le condizioni di salute della persona
  • Spazia dalle manipolazioni articolari, alle tecniche di rilasciamento delle tensioni muscolari e fasciali fino alle tecniche viscerali e cranio sacrali.
  • E’ individualizzato, in quanto si basa sull’unicità psico-fisica del paziente che viene valutato e trattato in modo globale e completo ad ogni seduta, senza che si seguano protocolli predefiniti
  • Agisce sulla causa del sintomo, che spesso è lontana dalla sede del dolore; cerca di ripristinare le corrette relazioni fra le strutture corporee
  • Si basa sull’unità del corpo . Traumi, tensioni mentali ed emotive, stress psico-fisici, variazioni climatiche ed alimentari creano difficoltà di adattamento e disfunzioni che richiedono al corpo quei compensi, vizi posturali e disequilibri funzionali che sono all’origine della patologia
  • E’ un potente mezzo di prevenzione, perché è in grado di individuare e riequilibrare disfunzioni che alterano il normale funzionamento prima che si sviluppi il sintomo
  • Può giovare a tutti dai primi giorni di vita alla vecchiaia, dagli sportivi ai sedentari

Sintomi e problematiche trattabili nell’adulto e nel bambino:

Baby-Massage-Holistic-Parenting-700x466Lombalgia, sciatica, ernie discali, dolori cronici o acuti a carico della colonna e del coccige, problemi posturali, dorsalgia, dolori intercostali
Cervicalgia, torcicolli, esiti da colpi di frusta, formicolii, cervico-brachialgia
Dolori acuti e cronici a carico degli arti superiori e inferiori dovuti o meno a traumi
Cefalea, mal di testa, emicrania, nevralgie
Disturbi funzionali alle vie digestive che provocano gastriti, coliti, stipsi, gonfiori addominali, reflussi
Dolori mestruali, irregolarità del ciclo, problemi legati alla menopausa
Disturbi e dolori durante la gravidanza e dopo il parto
Cistiti e incontinenza urinaria funzionale
Vertigini, sinusiti, ronzii
Alterazioni dell’occlusione e dell’articolazione temporo mandibolare (affiancamento del lavoro del dentista prima dell’applicazione di apparecchi ortodontici)
problemi emozionali, stati ansiosi, fatica cronica

Nei neonati e nei bimbi piccoli

Alterazioni craniche legate al parto, torcicolli, vizi posturali, coliche gassose, rigurgiti, insonnia, ritardi nel gattonamento e nella deambulazione, disequilibri agli arti inferiori e superiori, scoliosi, mal di testa

Controindicazioni

Per rientrare nel campo d’azione dell’osteopatia, che è quello della medicina funzionale, tutte le patologie sopra elencate non devono avere origine virale, tumorale, infettiva. Sono anche escluse le urgenze mediche .